Se intendiamo utilizzare una stampante laser molto spesso allora dovremo considerare tutti i consumi che ne derivano. Questi possono essere economici, ma anche materiali. Dobbiamo considerare che per ogni foglio stampato stiamo utilizzando la carta (il foglio), il colore (anche se solo il nero) e l’energia elettrica (tramite la presa di corrente) che sono necessari per ultimare l’operazione. Prima di acquistare quindi una stampante laser dobbiamo informarci al meglio su tutti i prodotto correlati a questa. Ciò ci dà la possibilità di scegliere un articolo che sia un buon compromesso tra le nostre esigenze e la qualità del prodotto stesso. In questo breve articolo vediamo tutto ciò che c’è da sapere sul toner – ovvero i colori della stampante laser – al fine di informare il meglio il lettore. Per ulteriori informazioni e articoli simili cliccare su www.stampantelasermigliore.it.

Il toner è il nome che diamo all’agente colorante che viene usato nelle stampanti laser. Queste possono essere in bianco e nero o a colori, e avere quindi un numero massimo di toner pari a 4. Le tonalità di questi sono universali, e si riconoscono nei colori del ciano, magenta, giallo e nero (quest’ultimo è presente anche in caso di stampanti senza colori). A partire da questa quadricromia vengono creati tutti i colori esistenti in natura, per poterli riprodurre sul foglio. Ovviamente l’effetto ultimo sarà molto diverso da quello ottenuto con degli inchiostri.

Prima di comprare la stampante guardiamo bene quali sono i toner compatibili con questa. Assicuriamoci che siano abbastanza facili da reperire, altrimenti a ogni cambio di colore potremmo impazzire per trovarne degli altri. Inoltre badiamo bene al prezzo. Questo può essere anche molto elevato, e quindi cerchiamo di prendere una stampante che sia compatibile con dei toner dai costi medi. Non fatevi abbindolare da una stampante laser con un prezzo di listino troppo economico: potrebbe voler dire che i toner hanno un costo davvero eccessivo. Controlliamo sempre prima di procedere all’acquisto, soprattutto se siamo soliti stampare con molti colori e molto spesso.

Quando un toner finisce non può essere gettato nel secchio: va smaltito seguendo una procedura particolare, per cui meglio portarlo a un centro di raccolta specializzato.