Ad ultrasuoni e mesh nebulizer sono i modelli di aerosol più recenti presenti in commercio. I modelli ad ultrasuoni hanno la caratteristica di essere molto pratici e semplici da utilizzare e rappresentano modelli di ultima generazione, i più moderni sul mercato.

Ricordiamo però che l’acquisto di un apparecchio per l’aerosol, anche se molto diffuso sul mercato, resta una decisione da compiere con attenzione e soprattutto considerando l’effettiva necessità che possiamo avere. Non dimentichiamo neppure che certe patologie da raffreddamento traggono molti benefici dall’aerosolterapia mentre altre come ad esempio il raffreddore non sono particolarmente indicate per l’uso di questo apparecchio. 

Gli aerosol ad ultrasuoni sono facili da usare ed hanno anche un’ulteriore caratteristica che rappresenta un comfort non indifferente, sono più silenziosi rispetto a quelli meccanici. E per questo sono particolarmente apprezzati da parte dei bambini e degli anziani, oltre che dai soggetti che s’infastidiscono facilmente per i rumori.  In questi apparecchi l’impulso elettrico è trasformato in vibrazione e sono le vibrazioni ad agire sul farmaco. La rapidità di nebulizzazione, in questi apparecchi ad ultrasuoni è più potente di quella dei modelli di aerosol di tipo pneumatico.
Questo modello è ottimale per le affezioni respiratorie con molto catarro perché ne facilitano la fluidificazione. Sono però più costosi degli apparecchi più tradizionali

La novità invece che caratterizza il modello “mesh nebulizer” è la presenza di una membrana metallica, micro perforata grazie ad una tecnologia laser.
Attraverso un attivatore piezoelettrico e un circuito elettronico, questa membrana inizia a vibrare. Si determina così una differenza di pressione fra la camera con il farmaco ed il nebulizzatore. Il farmaco in forma liquida, attraversa i microfori della membrana, si sposta verso l’area a pressione minore. Il liquido si trasforma perciò in aerosol e le dimensioni delle particelle sono determinate dal diametro dei microfori della membrana

Questa tecnologia facile da usare ma anche da trasportare produce maggiore quantità di aerosol e minore residuo nell’apparecchio; quindi si ottiene maggiore efficacia della terapia.